giovedì 2 dicembre 2010

Scavando tra gli Scaffali: Il Dardo e la Rosa di Jacqueline Caray

Ciao a tutti!!


Allora siccome questo mese non ci sarannò nuove pubblicazione, almeno per il genere che tratto sul blog, pubblicherò molto più spesso "Scavando tra gli Scaffali".
Bene oggi vi presento un libro cho ho comprato pochi giorni fa e che non vedo l'ora di leggere si tratta del "Il Dardo e La Rosa" di Jacqueline Carey...

Il Dardo e la Rosa è il primo di una trilogia, seguito da "La Maschera e le Tenebre" e "La Prescelata e l'erede"... Questa prima trilogia è incentrata su Phèdre nó Delaunay. Poi in Italia è uscita la seconda saga sempre incentrata su il mondo delle Terre D'Ange che sarebbero "Il Trono e la Stirpe", "Il Sangue e il Traditore" e "Il Principe e il Peccato" uscito da da pochissimo, questa seconda saga è incentrata su Il principe Imriel de la Courcel.

Titolo: Il Dardo e la Rosa

Autore: Jacqueline Carey

Editore: Nord - Tea (Edizioni tascabili)

Prezzo:12,00€ Pagine:800

Trama:

Terre D'Ange: un regno fondato dagli angeli e popolato da individui in cui una bellezza mirabile si accompagna a un’incondizionata libertà fisica e mentale. Un unico precetto guida infatti le Tredici Case che lo dominano: Ama a tuo piacimento…Abbandonata dalla madre in tenera età e destinata quindi a servire in una delle Case, Phèdre è nata con una piccola macchia scarlatta nell’occhio sinistro. Per molti, un difetto irrimediabile. Per altri, un segno rarissimo e sconvolgente: il Dardo di Kushiel, il marchio che contraddistingue le anguissette, coloro che possono mescolare la sofferenza e il piacere per natura e non per costrizione. Un marchio che non sfugge al nobile Anafiel Delaunay, che paga il prezzo di servaggio per la giovanissima Phèdre e poi la accoglie presso di sé. Ma Delaunay non intende semplicemente farla diventare una cortigiana perfetta, un ambito oggetto del desiderio per gli uomini e le donne di Terre D’Ange. Vuole soprattutto che lei impari a osservare, ricordare e riflettere, che si trasformi cioè in un’abilissima spia, in grado di rivelargli i segreti sussurrati nell’intimità. Perché il regno è inquieto, agitato da complotti e intrighi che affondano le loro radici in un passato lontano, che Delaunay conosce fin troppo bene, e i pericoli si nascondono dietro apparenze insospettabili… Confidando unicamente sul coraggio e sulla determinazione, Phèdre sarà dunque costretta a trovare il suo posto in un universo dove tutti – amici e traditori – indossano la stessa maschera e parlano in modo suadente, dove un singolo gesto o una semplice parola possono fare la differenza tra la vita e la morte. E non avrà che una sola possibilità per difendere ciò che ha più caro…


Titolo: Il Trono e la Stirpe

Editore: Nord

Prezzo: 19,90€
Pagine:448

Trama:

Rapito quand’era solo un bambino, venduto come schiavo e costretto a sopportare terribili torture, il principe Imriel de la Courcel è stato tratto in salvo e adottato da Phèdre, non soltanto un’abilissima spia, ma anche un’anguissette, cioè una persona capace di mescolare la sofferenza e il piacere per natura e non per costrizione. Una volta tornato a corte, però, Imriel non può dirsi al sicuro: benché sia il terzo in linea di successione al trono di Terre d’Ange, sono molti a volerlo morto. Temono infatti che il giovane abbia ereditato la stessa sete di potere della madre, la famigerata Mélisande Shahrizai, scomparsa senza lasciare traccia dopo aver cercato per ben due volte di usurpare il trono. Imriel però sa di non doversi difendere solo dagli intrighi di palazzo, ma anche da se stesso. Ormai adolescente, sente crescere in lui oscuri desideri, mentre il suo corpo risponde pericolosamente al dono di Phèdre… Confuso e spaventato, il giovane decide allora di partire in cerca dell’unica persona che possa aiutarlo a far chiarezza nel suo animo e, forse, anche a ritrovare sua madre: il maestro di Anafiel Delaunay, l’uomo che aveva reso Phèdre una perfetta spia. Ma, ben presto, Imriel si ritroverà a fare i conti con un mondo in cui niente è ciò che sembra, in cui l’inganno può celarsi nelle parole più innocenti, e scoprirà suo malgrado che la ricerca del vecchio mentore non è che l’inizio…



L'Autrice:
Jacqueline Carey è nata nel 1964. Dopo essersi laureata in Psicologia e in Letteratura inglese presso il Lake Forest College, ha viaggiato a lungo e, successivamente, ha deciso di diventare una scrittrice, pubblicando numerosi racconti, varie opere di saggistica e infine la trilogia di romanzi incentrata su Phèdre - Il dardo e la rosa (Nord, 2005), La prescelta e l’erede (Nord, 2006) e La maschera e le tenebre (Nord, 2007)-, che ha suscitato l’entusiasmo del pubblico e della critica americani, tanto da rimanere nella classifica del New York Times per più di un mese. Il sangue e il traditore prosegue l’avventura iniziata con Il trono e la stirpe (Nord, 2009), primo episodio della nuova saga ambientata nel magico regno di Terre D’Ange.

6 commenti:

  1. Mirko, devi leggerlo assolutamente questo libro, è una BOMBA! Fantastico!

    RispondiElimina
  2. Il Dardo e la Rosa lo preso^^ Non vedo l'ora di leggerlo
    Tu li hai letti tutti?? ^^

    RispondiElimina
  3. Io ho letto tutta la prima trilogia, che è un capolavoro!
    La seconda sto aspettando di avere almeno tutte e due le parti del secondo volume, in modo da non dovermi fermare nel caso risultasse fantastica come la prima saga! :)

    RispondiElimina
  4. ...Uffi mi hai fatto venire ancora più voglia di leggerlo...
    Uffa...
    Ma da quanto ho capito io la seconda trilogia l'hanno divisa in due libri per ciascuno giusto???

    RispondiElimina
  5. Sì, esatto, ogni libro è stato diviso in due, quindi invece di tre ce ne saranno sei, alla fine.
    Di questi sei, hanno appena pubblicato il terzo, mentre il quarto esce a febbraio. ^^

    RispondiElimina
  6. Si l'ultimo è il principe e il peccato...Capito appena lo leggo lo recensisco subito^^

    RispondiElimina