Pages

martedì 28 giugno 2011

Recensione: Bitten. La Notte dei Lupi di Kelley Armstrong

Recensione scritta per Bitten di Kelley Armstrong pubblicato dalla Fazi a soli 10,00€, okey buona lettura!
P.S scusate per la puntata di In My Mail Box che sabato non ho postato, ormai però vi mosterò tutti i libri sabato prossimo, la prossima puntata sarà piena di cose da farvi vedere...^^



Titolo: Bitten. La Notte dei Lupi
Autore: Kelley Armstrong
Editore: Fazi
Titolo Originale:Bitten
Prezzo: 10,00€
Pagine: 452
Il Mio Voto:★★★☆☆














Recensione

Bitten la notte dei lupi è il primo libro della serie Woman of the Otherword, che racconta le vicende di Elena, bellissima, biondissima e Mannara...


Elena appunto è un licantropo, e non un licantropo peloso comune, no lei è l'unica donna licantropo al mondo e quindi tutti i Branchi mannari cercando di accaparrarsi l'ambita preda.

La nostra licantropa però cerca di vivere una semplice, normale, e avvolte noiosa vita da umana insieme ad un fidanzato -Philips - del tutto ignaro della vera natura di Elena, che beccata più di una volta ad uscire misteriosamente di notte per trasformarsi inventa sempre delle scuse plausibili da appioppare a Philips.
Finchè un giorno Jeremy - ovvero ex capo branco di Elena -non disturba la quiete della nostra protagonista con una telefonata, Elena proccupata corre in soccorso del branco.

Dopo avervi detto la trama a grandi, grandissime linee passiamo ai personaggi, la Armostrong ha saputo creare dei personaggi ben sviluppati, sotto diversi aspetti interessanti, non banali o scontati come tantissime altre autrici.
I personaggi è l'unica cosa del romanzo che ho apprezzato a pieno, eh si devo dire che Bitten non è riuscito a smuovere tantissimo la mia curiosità. Ma di questo ne parleremo alla fine.

Allora, Elena appunto protagonista femminile e indiscussa del romanzo è una donna forte e indipendente, coraggiosa e determinata, devo dire che io adoro questo genere di personaggi femminili pieni di carisma, insomma una donna con le BALLS (traducetevi da soli la parola, spero di non aver detto una parola troppo colorita, ma è cosi che la penso).

Il personaggio maschile invece è Clay, un licantropo, che non riesce a pieno appunto a controllare la sua parte mannara.
Clay come leggiamo nella sua storia in Bitten fin da bambino è stato un ragazzino selvaggio (vi basta sapere questo di Clay, non vorrei spoillerare troppo)

Clay appunto, un uomo selvaggio, sgarbato ma che a volte sorprende Elena con delle frasi poco consonse al suo carettere che fanno intenerire Elena, insomma si Clay è un personaggio che mi è piaciuto molto.

La scrittura della Armstrong, bè è innegabile che sa scrivere con mastria e stile, insomma niente di articolato e trascendentale, una scrittura abbastanza scorrevole che però alla fine tende a ripetersi, forse è questo che non ho apprezzato appieno la storia, infatti secondo me dopo la metà del romanzo la storia è un pò ripetitiva, cioè è quello che ho sentito io nel continuare a leggere, infatti la prima parte mi era piaciuta molto.

Ora siccome riponevo moltissime speranze nella Armstong e ne ripongo ancora, rileggerò più avanti, magari con l'uscita di Stolen secondo libro della serie, che doveva uscire proprio questo mese ma che la Fazi ha rimandato.

Bene, ora io non voglio sconsigliare questo libro, perchè ineffetti il libro credo che meriti, quindi io lo consiglio a chi ama l'azione, il thriller e i licantropi naturalmente, comunque sono tutti fattori che io adoro, sopratutto l'azione che in questo libro è molto presente...Non riesco a capire cosa non mi abbia fatto piacere questo romanzo, ma vi farò sapere quando lo riprenderò in mano...







Who is Kelly Armstrong?


Kelley Armstrong è l’autrice della serie bestseller Women of the Otherworld e dell’acclamata trilogia Darkest Powers, in uscita per Fazi Editore nel 2011. Vive con il marito e i tre figli nella campagna dell’Ontario, in Canada.Nel 2010 in Italia Fazi ha pubblicato Bitten. La notte dei lupi, nel 2011 The Summoning - Il richiamo delle ombre.

Nessun commento:

Posta un commento