Pages

domenica 29 gennaio 2012

Anteprima: Immortal di Alma Katsu

Nuova Anteprima per voi ragazzi!
Uscirà il 16 Febbraio per la Longanesi il primo libro di una nuova trilogia, Immortal è il titolo del libro scritto da Alma Katsu.
Immortal come ho detto è il primo libro di una trilogia, la trilogia The Taker Trilogy, una storia d'amore per adulti che sembra possa riservarci molte sorprese.
Alma Katsu è stata definita dalla stampa la Stephenie Meyer per un pubblico adulto!


Titolo: Immortal
Autore: Alma Katsu
Editore: Longanesi
Pagine: 444
Prezzo: 17,60€
Trama:

Copertina US
Copertina UK
E' una freddissima notte invernale nel pronto soccorso dell'ospedale di StAndrew, nel Maine. Luke, giovane medico di turno, si ritrova davanti una ragazza atterrita dall'apparente età di diciannove anni e dalla bellezza eterea. Si chiama Lanny e ha appena ucciso un uomo, abbandonandone il cadavere nel bosco. Ma Lanny sostiene di averlo fatto su richiesta della vittima stessa. E chiede a Luke di aiutarla a scappare. Quando Luke rifiuta, Lanny afferra un bisturi e si squarcia il petto nudo. Sotto lo sguardo atterrito di Luke, la ferita si rimargina da sé all'istante. Lanny è immortale, di anni non ne ha diciannove ma oltre duecento. Inizia così il racconto di Lanny, il racconto di un uomo ossessionato dalla bellezza assoluta di uomini e donne e dal bisogno di possederla e di una donna ossessionata da un amore torbido, appassionato e mai ricambiato abbastanza. Una vicenda che attraversa i secoli, un thriller storico di rara potenza...


L'Autrice:

Alma Katsu è nata in Alaska, ma è cresciuta in un piccolo paese del Massachusets, nella storica cittadina di Concord. È giapponese da parte di madre. Il suo scrittore preferito è Nathaniel Hawthorne e l’influenza di romanzi come “La lettera scarlatta” si riverbera in modo particolare ed evidente non solo nello stile, ma anche nei temi della sua scrittura.

Immortal è il suo primo romanzo, ripresa si un racconto che scrisse molti anni fa.
Nella vita Alma Katsu è una profiler della CIA, mestiere che la ispira nell’indagine dei meandri, a volte oscuri, dell’animo umano.

Nessun commento:

Posta un commento